COMO – Blitz delle Fiamme Gialle. I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Como (in collaborazione con i militari del Nucleo di Polizia Tributaria e del Gruppo di Lecce) tra la provincia di Brindisi e Lecce hanno sequestrato 800 chili di marijuana, una pistola con matricola abrasa clandestina e relativo munizionamento traendo in arresto due albanesi ed un montenegrino accusati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi clandestine.

L’operazione è il risultato di un’intensa attività info-investigativa che ha permesso di pedinare e intercettare in Puglia un autoveicolo con a bordo i due albanesi e sequestrare un primo carico di stupefacente di 150 chilogrammi.

Le investigazioni successive hanno consentito alle Fiamme Gialle comasche di scoprire il deposito principale della droga ovvero un casolare isolato nel Leccese (dove era presente il montenegrino) al cui interno sono stati rinvenuti altri 650 chilogrammi oltre ad una pistola e due caricatori con quindici colpi.

Per tre mesi i “corrieri” sono stati monitorati dalle Fiamme Gialle. La droga arrivava direttamente dall’Albania e giunta nel Leccese, dove il casolare faceva da magazzino, veniva smistata in varie regioni come Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia – Romagna, Lazio, Marche, Toscana e Abruzzo.

Nelle Marche la meta dei corrieri era l’area del Fermano. Gli arrestati, abbassando i sedili posteriori dei veicoli, ammassavano “balle” di marijuana e viaggiavano “tranquilli” verso le zone scelte per la vendita illecita.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 592 volte, 1 oggi)