FERMO – L’Ansa riporta che il sito Progressi.org il giorno 12 luglio consegnerà a Chinyere, vedova di Emmanuel Chidi Nnamdi e a don Vinicio Albanesi, 1000 messaggi di solidarietà.

Quello di Sara è uno dei tanti messaggi in cui oltre al cordoglio si vuole esternare anche tanta rabbia per ciò che è accaduto: “Cara Chinyere, gli italiani non sono così, o almeno non tutti. Ed io voglio che tu sappia che non sei sola. Ti siamo vicini, e non solo a parole, e siamo davvero in tanti. Non arrenderti mai. Ti abbraccio fortissimo, Sara”.

L’iniziativa di Progressi.org, che tramite la sua piattaforma http://www.progressi.org/fermo ha raccolto parecchi consensi, vuole essere un segno forte di rifiuto verso ogni forma di xenofobia ma soprattutto di violenza.

Interviene il presidente di Progressi Vittorio Longhi: “E’ incoraggiante vedere quanta gente da tutto il Paese provi ancora indignazione verso l’intolleranza e che sfrutti il web in maniera costruttiva, per contribuire alla visione di un’Italia inclusiva e solidale”. Gli attivisti di Progressi parteciperanno alla manifestazione indetta domani dai sindacati e dalle associazioni locali sotto lo slogan “Sono fermo contro il razzismo.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 192 volte, 1 oggi)