FERMO – Si sono celebrati, al Duomo di Fermo, i funerali del giovane migrante Emmanuel Chidi Namdi, profugo nigeriano ucciso da un fermano nella cittadina marchigiana.

A quanto riportato dall’Ansa, in prima fila, in un lato della chiesa, era seduta la compagna di Emmanuel. Durante la funzione la donna è svenuta e ha avuto un malore.

Sempre in prima fila erano presenti il presidente della Camera, Laura Boldrini, il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi e il vice presidente del Parlamento europeo David Sassoli. In chiesa ci sono molti rappresentanti del’associazionismo ma anche tanta gente comune e molti anziani. Tra i banchi spicca la comunità nigeriana che indossa vestiti rossi e neri e fasce rosse sulla fronte in segno di lutto.

“Noi non vi lasceremo soli” ha detto, come si legge nella nota dell’Ansa, la presidente della Camera Laura Boldrini. La bara è stata adagiata in terra. Sopra al feretro un cuscino di rose rosse e la foto del giovane migrante, sorridente nel giorno in cui don Vinicio Albanesi lo aveva simbolicamente unito in matrimonio con la sua compagna Chinyere.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 477 volte, 1 oggi)