GROTTAMMARE – Un corteo tricolore con un significativo tocco di blu ha dato inizio alla festa delle Bandiere Blu 2016, ospitata il 9 luglio a Grottammare. I Sindaci dei 17 comuni costieri virtuosi e altri amministratori accompagnati dalle note della Mus. E Street Band hanno sfilato dalla stazione a Piazza Kursaal dove si è aperto il convegno “Le Bandiere Blu nelle Marche” moderato da Alvin Crescini.

A fare gli onori di casa davanti alla spiaggia affollata di turisti il sindaco Enrico Piergallini: “La città è orgogliosa di ospitare i comuni fratelli di Bandiera Blu. E’ una grande festa per raccontare a tutti, soprattutto ai turisti che hanno scelto il nostro territorio per trascorrere le loro vacanze, l’eccellenza della regione Marche e la visione che tutte queste città hanno avuto verso la costruzione di realtà più sostenibili e più belle”.

“Ancora una volta festeggiamo le Marche che si distinguono – ha detto l’assessore regionale al Turismo- Cultura, Moreno Pieroni – confermandosi protagoniste a livello nazionale e internazionale attraverso questo prestigioso riconoscimento . Abbiamo una concentrazione di Bandiere Blu come poche altre regioni: una ogni dieci chilometri di spiagge. E’ la dimostrazione che i Comuni hanno lavorato molto bene nonostante i problemi non manchino, hanno saputo coagulare attorno a questo prestigioso traguardo le migliori energie anche dei territori limitrofi. Un plauso va a tutti i sindaci che credono fortemente nel valore del turismo sostenibile come strumento per affermare benessere e qualità della vita. La rete delle Bandiere Blu si stringe bene anche con quella delle Bandiere Arancioni. Nelle Marche che si percorrono come un’una sola grande città questo connubio con l’entroterra è perfetto e ha molte potenzialità di espansione in termini di attrattività”.

L’assessore Pieroni nel corso del convegno, oltre a ricordare l’offerta culturale con le Grandi Mostre del Giubileo, di prossima apertura a settembre a Loreto e a Senigallia, ha anche annunciato un prossimo grande evento di mezza estate: “ Una Notte delle Marche, che coinvolga tutta la regione contemporaneamente. Stiamo definendo il nome e la data che comunicheremo nei prossimi giorni ma stiamo mettendo a punto un programma con molte novità e attrazioni.”

Il presidente della FEE –Italia, l’organismo che assegna le Bandiere Blu, Claudio Mazza ha sottolineato che “ la Bandiera Blu e’ un momento di crescita nell’ottica del miglioramento continuo delle performance dei comuni. La conclusione di un percorso importante che rappresenta un marchio riconoscibile. Oggi il mercato turistico internazionale registra una forte domanda di turismo sostenibile . Quindi chi ha investito in questi termini oggi è premiato dal flusso turistico. E le Marche ne sono una dimostrazione con la continuità di riconoscimenti negli anni e anche territoriale tanto che sono diventate un marchio di destinazione regionale. Ci auguriamo che il prossimo anno le Bandiere Blu aumentino e l’armonia che vedo tra amministratori e operatori fa ben sperare in questo senso.”

Al convegno sono intervenuti anche il parlamentare marchigiano Emanuele Lodolini e alcuni consiglieri regionali oltre a Camillo Nardini – Coordinatore regionale Bandiere Blu – Eco-Schools con una relazione su “Le Bandiere Blu nelle Marche: le nuove frontiere”; Giuliano Ciabocco – Presidente Associazioni “Gusta l’arancione” e “Gusta il blu” che ha rimarcato l’esigenza di fare sistema tra Bandiere Blu e Bandiere arancioni e valorizzare la rete per vincere la sfida della qualità”. Ha partecipato anche Maurilio Piergallini , Preside dell’I.C. “G. Leopardi” di Grottammare, Antonella Cicchinè, Referente scolastico del Programma Eco-Schools.

Quindi la consegna delle Bandiere ai 17 comuni : Gabicce Mare (Lido); Pesaro (Ponente/Levante Sottomonte); Fano (Nord, Sassonia, Torrette/Marotta); Mondolfo Marotta; Senigallia (spiaggia di Levante, spiaggia di Ponente); Ancona (Portonovo); Sirolo (Sassi neri/San Michele, Spiaggia Urbani); Numana (Numana bassa, Marcelli Nord, Numana alta); Potenza Picena (Porto Potenza Picena); Civitanova Marche (Lungomare Sud e Nord); Porto Sant”Elpidio (Lungomare); Fermo (Lido, Marina Palmense); Porto San Giorgio (litorale); Pedaso (Lungomare dei cantautori); Cupra Marittima (Lido); Grottammare (Lungomare Nord e Sud) San Benedetto del Tronto (Riviera delle Palme).

La serata si è conclusa con la Festa delle Marche in Blu, spettacolo condotto da Alvin Crescini, con interventi musicali di Michele Pecora, Melissa di Matteo, Orchestra Mediterranea e con il comico Piero Massimo Macchini.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 336 volte, 1 oggi)