ANCONA – “Il rapporto Invalsi 2016 rileva che le Marche ottengono risultati molto lusinghieri e siamo orgogliosi che la nostra regione, attraverso il sistema scolastico regionale, premia l’impegno dei docenti che è rivolto alla formazione permanente della persona. Una conferma della qualità e professionalità della didattica e un plauso grandissimo ai ragazzi per il meritorio coinvolgimento durante le fasi della somministrazione delle prove”.

Così l’assessore regionale alla Formazione Loretta Bravi ha commentato il Rapporto dell’Invalsi (Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione) inerente le rilevazioni sugli apprendimenti degli studenti e che è stato presentato ieri dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Le rilevazioni sono state condotte sugli apprendimenti (Italiano e Matematica) all’inizio di maggio scorso nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

“ I risultati generali – ha proseguito Bravi – che indicano i punteggi per regione nella prova d’italiano e matematica, registrano le Marche con un punteggio medio significativamente più alto della media italiana. Anche gli istituti tecnici marchigiani raggiungono risultati positivi differenziandosi statisticamente dalla media nazionale. E’ davvero un buon segnale, che arriva per il quinto anno consecutivo e i dati dell’Invalsi servono a valutare alcune competenze acquisite dagli alunni in precise fasce di età in un panorama di riforme dei sistemi scolastici”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 200 volte, 1 oggi)