ANCONA – Approvato, con 20 voti favorevoli ed otto astensioni, il “Piano regionale per la promozione della pratica sportiva e delle attività motorio – ricreative 2016/2020”, predisposto dalla Giunta sulla base della legge regionale 5 del 2012. Nell’atto un’approfondita analisi sull’attuale situazione del settore e le linee guida per coordinare e promuovere gli interventi di politica sportiva da realizzarsi nelle Marche.  Il turismo sportivo italiano presenta un trend in crescita per cui interventi mirati riguarderanno tale ambito. Saranno attivate iniziative congiunte sport-turismo per cogliere pienamente questa nuova opportunità di sviluppo del territorio.

La Regione baderà soprattutto alla valorizzazione ed il sostegno degli eventi sportivi di grande interesse, che generano considerevoli flussi incoming e rafforzano la capacità attrattiva della Regione. Il fenomeno sportivo è in grado di contrastare efficacemente la crisi economica.
La Regione è disponibile, come già da tempo, per ogni forma di collaborazione con le singole società sportive al fine di creare eventi sportivi che permetteranno una crescita economica e la destagionalizzazione del turismo, facendo sì che le Marche possano attratte i turisti non solo nel periodo estivo, ma 365 giorni l’anno.

C’è quindi un concreto impegno, che va avanti già da tempo, a collaborare per promuovere eventi sportivi che incidano sull’immagine positiva delle Marche. Esempi lampanti di collaborazione e sostegno economico sono la San Benedetto Tennis Cup, l’ATP Challenger che si terrà sui campi in terra rossa del CT Maggioni, La Sfida, il challenger internazionale di pesca d’altura organizzato dal Circolo Nautico Sambenedettese e il Trofeo Internazionale di Surfcasting Catch and Release.

Gli eventi sono stati inseriti tra le manifestazioni di rilevanza regionale e pertanto hanno ricevuto un contributo economico da parte della Regione Marche. Nel piano sono spiegate nello specifico anche le modalità ed i criteri di erogazione dei contributi. La gestione degli interventi seguirà le procedure stabilite dalla legge regionale 2 aprile 2012, n. 5.

La Giunta regionale stabilirà con il provvedimento annuale di programmazione l’ammontare annuo complessivo degli interventi per le singole aree e per il raggiungimento degli obiettivi del piano, determinando con specifici bandi i criteri di finanziamento, le modalità di formulazione delle graduatorie, l’assegnazione e la rendicontazione dei contributi.

“La regione Marche ha sempre posto grande attenzione nei confronti del settore sportivo. Lo si può vedere dai numerosi atti posti in essere a riguardo, ma anche dalla storia sportiva marchigiana e dai dati forniti dal Coni. Le Marche si collocano tra i territori in cui l’attività sportiva è più diffusa. Sono questi dati che incoraggiano a proseguire e sviluppare ulteriormente un percorso di crescita del settore” ha dichiarato l’assessore sambenedettese Fabio Urbinati.

Tutto vero e noi ci crediamo così tanto che ogni estate, con la nostra rivista a colori “Riviera Oggi Estate“, in un modo unico e dettagliato, le facciamo conoscere ogni sette giorni ai residenti del nostro territorio e a tutti i turisti in particolare che apprezzano e ringraziano. In molti lo fanno quando tornano nelle loro città.

Grazie Regione Marche anche se, sul piano sportivo, crediamo che la nostra riviera meriti qualcosa di più oltre a quelle molto apprezzate citate dall’assessore Urbinati. Per esempio il Beach Arena che, dopo un inizio molto promettente è stato messo da parte. Dandogli seguito  poteva diventare una risorsa turistica importantissima per il nostro territorio. Non è mai troppo tardi per far ripartire una manifestazione che creava interessa in tutti gli ambiti sportivi nazionali e internazionali.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 184 volte, 1 oggi)