ASCOLI PICENO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, dell’Area Vasta 5.

L’ AV5 ha raggiunto l’importante risultato di ridurre sensibilmente i tempi di attesa degli accertamenti relativi alla disabilità che, nel luglio 2015, si attestavano in oltre 12 mesi di attesa.

Il Direttore AV5, Avv.to Giulietta Capocasa, subito dopo il suo insediamento, ha preso in mano la situazione provvedendo con tempestività a colmare le lacune organizzative che avevano portato, negli ultimi tre anni, l’AV 5 ad essere il fanalino di coda dell’ASUR su questa delicata problematica.

Dal 1° settembre 2015 è stato chiesto al personale della UOC di medicina-legale un piano di recupero dei lunghissimi tempi di attesa, con verifica trimestrale delle attività  svolte . Per l’anno 2016 è stato assegnato come obiettivo di budget il rientro, alla data del 31.12.2016, nei termini di  3 mesi  di attesa, termine  financo inferiore a quello massimo previsto dalle normative.

I dati forniti dalla UOC di medicina-legale al 31.5.2016 sono confortanti: gli utenti di Ascoli Piceno hanno tempi di attesa massini di 4-5 mesi mentre a San Benedetto del Tronto il termine è di 3-4 mesi dalla richiesta; inoltre per i pazienti affetti da patologie oncologiche si è riusciti a rientrare finalmente nei termini previsti dalla norma di riferimento, per cui sono convocati a visita entro 30 giorni dalla domanda, con rilascio immediato del verbale nei casi previsti dalla Legge.

A confermare la completa inversione di rotta valgono anche i dati delle visite domiciliari che negli ultimi 9 mesi sono state in numero superiore a 100 tra Ascoli e Sa. Benedetto del Tronto.

Mantenendo questo trend positivo, l’obiettivo fissato per il 2016 sarà raggiunto e con molta probabilità superato con conseguente migliore risposta ai cittadini che versano in condizioni di fragilità.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 308 volte, 1 oggi)