SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nasce un comitato per Luisa Talamonti. Nelle ultime ore, familiari e amici dell’edicolante 51enne della quale si sono perse le tracce giovedì mattina, hanno dato il via ad una iniziativa che ha già riscosso adesioni e contributi da parte di molti commercianti, clienti e conoscenti della donna.

“Il comitato, che opera attraverso la Onlus “Asmo” – spiega l’avvocato Raffaele De Chiara, che è stato nominato legale dei familiari della donna – nasce con lo scopo di raccogliere dei fondi che possano portare alla riapertura dell’edicola di Luisa sbloccando le situazioni, legate al generale crollo della vendita dei giornali, che hanno portato all’interruzione di alcune forniture e alla presumibile conseguente decisione di Luisa di far perdere le proprie tracce”.

I familiari sono infatti d’accordo con la linea seguita dalle forze dell’ordine che ritengono la scomparsa della donna un allontanamento volontario ed hanno piena fiducia nella Prefettura di Ascoli Piceno che si sta occupando delle ricerche, coordinando l’encomiabile attività in corso da parte delle Forze dell’ordine. Ma la necessità è ora quella di poter tornare a far funzionare l’edicola che rappresenta probabilmente l’unica strada per convincere Luisa a tornare a casa. La sua, infatti, è una delle tante attività appartenenti all’indotto del settore dell’informazione travolte dal momento di forte crisi dell’editoria cartacea.

Per questo motivo il comitato, che si è costituito oggi presso lo studio legale dell’Avv. Raffaele De Chiara che ha come presidente Gabriele Milani, uno dei figli della donna, ha già iniziato a lavorare per raccogliere i fondi necessari a saldare i fornitori e a riattivare i servizi interrotti. “In poche ore la risposta è stata grande – continua De Chiara – e tante persone, tra i commercianti dell’area di Porto d’Ascoli e i clienti di Luisa, hanno dato il proprio contributo con generosità”.

La raccolta fondi, è gestita dall’Asmo “VIVIANA CAMPANELLI”, di cui il Vice Presidente Dr.ssa Jessica Campanelli è tra i promotori del comitato “cerchiamo Luisa Talamonti”.

I familiari della donna, il marito e i tre figli, sperano che Luisa possa presto tornare a casa insieme a loro: “C’è rimedio a qualsiasi cosa – spiegano rivolgendosi a lei – e in queste ore abbiamo avuto la conferma che hai tantissime persone che ti vogliono un bene dell’anima e che, come noi, ti vogliono nuovamente qui. Torna a casa e ricominciamo tutto insieme”.

Per aderire all’iniziativa e manifestare l’adesione all’iniziativa è possibile rivolgersi all’associazione Asmo VIVIANA CAMPANELLI tel. 0735.584906 oppure al presidente del comitato “cerchiamo Luisa Talamonti” Gabriele Milani  tel. 347.1595580 .

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.837 volte, 1 oggi)