ROSETO DEGLI ABRUZZI – Operazione contro la criminalità nella tarda serata del 22 giugno. A Roseto degli Abruzzi personale della Squadra Mobile, nel corso di  specifica attività antidroga, ha tratto in arresto un 29enne cittadino albanese  residente nella località abruzzese.

Da alcuni giorni l’uomo era seguito dai poliziotti durante i suoi frequenti trasferimenti a bordo di uno scooter: alle ore 22.30 del 22 giugno, dopo che si era introdotto in un campo non coltivato, è stato bloccato dagli agenti in un vigneto mentre cercava di nascondere in una buca scavata in pochi minuti nel terreno un involucro che risulterà contenere 120 grammi di cocaina.

Il 29enne non si è arreso di fronte al blocco ed ha reagito violentemente avviando così una colluttazione che ha portato a lesioni per dieci giorni subite da un poliziotto mentre il ragazzo è risultato guaribile in sei giorni per alcune escoriazioni.

Dopo il recupero dello stupefacente, dalla perquisizione personale è emerso che nascondeva in una tasca del giubbino vario materiale per il confezionamento delle dosi.

Condotto alla Questura di Teramo e formalizzati gli adempimenti di rito, è stato posto a disposizione della Procura e condotto agli arresti domiciliari. Al momento è in corso il giudizio di convalida.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 871 volte, 1 oggi)