FERMO – Nella mattinata del 23 giugno sono stati resi noti i dettagli, tramite conferenza stampa tenutasi presso il Comando Compagnia Carabinieri di Fermo, di un’importante operazione.

Il 22 giugno, ad Agro di Civitanova Marche, i carabinieri della sezione di P. G. del Tribunale di Fermo insieme ai colleghi di Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare (nell’ambito di un’inchiesta effettuata in contemporanea con i militari di Avezzano) e fattivamente collaborati da quelli di Civitanova Marche con ausilio del Nucleo Cinofili della Guardia di Finanza di Civitanova Marche hanno compiuto vari provvedimenti.

Dopo servizi di osservazione e prolungati pedinamenti hanno fatto irruzione all’interno di un’abitazione in uso a due cittadini marocchini pregiudicati (34 e 35 anni): sono stati arrestati per concorso in traffico di sostanze stupefacenti poiché trovati in possesso di un panetto di 700 grammi di cocaina occultato all’interno dell’auto di uno dei fermati.

Rinvenuti, inoltre, 6 mila euro (provento della vendita illecita), un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento delle dosi.

Nel corso dell’operazione, grazie all’aiuto dei cani della Guardia di Finanza, i militari hanno rinvenuto, interrati nel giardino della casa, tre sacchetti di cellophane contenenti 35 chili di hashish suddivisi in panetti.

La perfetta simbiosi fra l’Arma locale e quella di Avezzano (che sta conducendo un altro filone di indagine attraverso l’analisi di vari dati) ha conseguito all’arresto dei pregiudicati e il notevole sequestro di stupefacente. I fermati sono stati condotti nel carcere di Camerino.

I complimenti, da parte del Comandante della Compagnia e dell’intera scala gerarchica dell’Arma, sono giunti ai carabinieri che hanno operato nella circostanza.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.850 volte, 1 oggi)