PINETO – Episodio terribile accaduto in Provincia di Teramo. Un’ intera spiaggia in ansia, minuti drammatici di speranza, purtroppo vanificata nonostante gli sforzi dei soccorritori. Nella giornata del 22 giugno una bambina di sei anni, che si trovava in spiaggia con la madre, è annegata sull’arenile della Torre del Cerrano, a Pineto.

Secondo una prima ricostruzione riportata dall’Ansa la piccola si sarebbe allontanata dall’ombrellone di uno stabilimento balneare dove si trovava in vacanza sfuggendo al controllo della mamma che ha cominciato a cercarla sulla spiaggia.

Sarebbe stato un bagnante ad accorgersi che la piccola era in acqua: il suo corpo galleggiava in mare a poca distanza dalla battigia. Sono stati attimi drammatici, perché la piccola era in arresto cardiaco.

Sempre a quanto si legge dalla nota diramata dall’Ansa, i soccorsi sono stati tempestivi: il personale del 118 è arrivato immediatamente sia da Silvi, con la Croce Rossa, che da Atri con l’ambulanza medicalizzata e ha cominciato la rianimazione cardiopolmonare mentre l’eliambulanza inviata dell’emergenza del ‘Mazzini’ era in attesa di poter trasferire la bambina all’ospedale di Pescara.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.089 volte, 1 oggi)