MONTEPRANDONE – Episodio criminale alle prime ore del 21 giugno. Ignoti hanno consumato un furto in un’azienda situata nella zona industriale di Centobuchi (la Manni Sipre, specializzata nella produzione di prelavorati in acciaio: tubi, laminati, lamiere e altro).

Non si conoscono, al momento, ulteriori dettagli sulle modalità del furto e cosa abbiano trafugato i malviventi. I carabinieri sono giunti sul posto per parlare con i titolari e verificare la situazione. Dalle prime indiscrezioni pare che abbiano rotto una cassa con all’interno soldi e dei distributori di caffè. Una persona ha sentito i rumori e i malviventi, scoperti, si sono dati alla fuga.

Probabilmente gli stessi criminali hanno agito, sempre alle prime ore del 21 giugno, in altre tre aziende tra Centobuchi e Porto d’Ascoli.

Vittime dei ladri sono state l’azienda Vailati (danni alla struttura), la filiale Bartolini (puntavano alle casseforti ma non sono riusciti nell’intento. Hanno però provocato gravi danni alla struttura, agli infissi e a due mezzi parcheggiati all’esterno. Immagini della videosorveglianza al vaglio degli inquirenti) e la ditta Recfer (spaccate finestre, sensori degli allarmi e una telecamera. Molti danni alla struttura, ancora da valutare la merce rubata).

Le Forze dell’Ordine (carabinieri e Polizia) stanno indagando sugli episodi.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.060 volte, 1 oggi)