MARTINSICURO – Un’altra stagione estiva all’insegna dell’improvvisazione e della mancanza di programmazione. E’ quanto afferma Massimo Vagnoni, consigliere di minoranza, che torna ad attaccare Camaioni sulla manutenzione del territorio, sul preparazione spiagge, sull’organizzazione eventi, passando per la pista ciclabile e le isole pedonali.

Tutto all’insegna della solita improvvisazione e approssimazione – tuona Vagnoni – Ancora una volta assistiamo all’assenza della benché minima programmazione che non può trovare alcuna giustificazione né sui tempi di approvazione del bilancio, né sulle risorse a disposizione. La conseguenza di tale inadeguato approccio è l’assoluta confusione in ogni ambito, a partire dai termini per la riapertura dell’isola pedonale.

Ecco un esempio:
1) il 12.05.16 la Giunta approva le modifiche alla viabilità per la stagione estiva del 2016 disponendo la chiusura al traffico del lungomare Europa dal 15.06.16 al 31.07.16 dalle 17.00 alle 00.30.
2) il 13.06.16 il Comandante della Polizia Locale, con ordinanza n. 24 confermava le condizioni di chiusura al traffico .
3) il 15.06.16, con il sotto indicato comunicato apparso sul profilo Facebook del Comune, viene annunciato il rinvio della istituzione dell’isola pedonale alla conclusione delle opere di ripascimento.
Che dire…un bell’esempio di organizzazione e programmazione.

Per carità, nulla di drammatico, ma credo che una località turistica come la nostra non possa trovarsi alla metà di giugno con nessuna data certa sulla esecuzione dei lavori di ripascimento (con attività turistiche e ricettive che già dovrebbero essere messe in grado di operare), con un’isola pedonale che viene attivata con un provvedimento del giorno 13 e sospesa con un messaggio su Facebook del 15 , con una pista ciclabile incompleta e realizzata in maniera non adeguata, con una viabilità non funzionale, giusto per citare qualche esempio di non adeguata amministrazione del territorio .

I tempi del ripascimento, che andava programmato con anticipo a prescindere dai finanziamenti regionali, come accadeva negli anni precedenti, non possono giustificare questa incertezza sui termini di riapertura dell’isola pedonale.

Così come non è ammissibile che non vi sia una programmazione di eventi che, unitamente alle attività dei privati, possano contribuire a rendere maggiormente attrattiva la nostra città .
L’estate è ormai iniziata senza che si siano messe in campo azioni adeguate per attirare maggiori flussi di turisti nella nostra città, anche con iniziative che promuovano peculiarità del nostro territorio diverse dal mare, tipo il museo archeologico chiuso ormai da 4 anni.

Si cerchi almeno di fare in fretta affinché si mettano operatori, turisti e cittadini, nelle condizioni miglio per godersi le nostre spiagge. Una città che vuole migliorare la propria vocazione turistica ha il dovere di fare molto di più.
Gli amministratori facciano quindi autocritica , la smettano di complimentarsi tra di loro, e mettano in campo subito nuove azioni e nuove idee. Martinsicuro e Villa Rosa non possono più aspettare.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 563 volte, 1 oggi)