GIULIANOVA – Continuano le indagini riguardo la tragedia avvenuta a Giulianova nel pomeriggio del 14 giugno.

E’ prevista nella giornata del 16 giugno all’ospedale di Teramo l’autopsia su Paolo Cialini, il 47enne ucciso con una coltellata al petto dal 60enne di Bellante dopo una lite in strada.

Il responsabile, invece, il 17 giugno dovrebbe apparire dinanzi al Gip per la convalida dell’arresto. Attualmente si trova nel carcere di Castrogno con l’accusa di omicidio volontario.

La Procura di Teramo, intanto, ha lanciato un appello a chiunque abbia assistito all’episodio. Le testimonianze dei presenti potrebbero rivelare aspetti inediti sulla vicenda.

Il procuratore capo Antonio Guerriero, nella nota diramata dall’Ansa, afferma: “Non è possibile che in una via centrale a Giulianova Lido nessuno abbia visto niente. Finora il contributo è stato scarso”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 854 volte, 1 oggi)