GROTTAMMARE – Quest’estate ci sarà una sorpresa in più per i turisti, e non solo per loro, visto che alcuni residenti hanno già apprezzato le 7 nuove cartoline ufficiali della città.

Sono firmate da 4 eccellenti artisti locali che le hanno donate al Comune (Michael Rocchetti, Angelo Maria Ricci, Alessandro Scacchia e Adriano De Vincentiis), e da 3 giovani leve (Giorgia Pugliese, Andrea Pasquali e Margherita Illuminati), premiate al MIC – Museo dell’Illustrazione Comica nella serata di martedì 14 giugno.

L’originale concorso “Saluti da Grottammare”, nato “per rinnovare l’immagine promozionale della Città”, ha tenuto banco lo scorso inverno per concludersi a metà febbraio, con il bel risultato di 76 partecipanti e 84 opere pervenute, distinte in 3 sezioni (6-11, 12-17, 18-35 anni).

Nelle 7 piccole meraviglie selezionate, stampate a colori in formato 15×10 cm, arte e fumetto si incontrano per restituire altrettante visioni di una città, che ha sempre qualcosa di nuovo da dire a chi la vive e sa ascoltarla.

Dietro una grande idea, stavolta c’è un grande uomo: un artista geniale qual è Michael Rocchetti, in arte Maicol&Mirco (il re de Gli Scarabocchi). Plurale, anche se è soltanto uno, un po’ come le anime di Grottammare. Ma alle spalle, ci sono anche una grande organizzazione, tanto lavoro ed un Comune che ha raccolto subito una nuova sfida stimolante e originale.

“Il suo progetto delle cartoline sembrò subito interessante – spiega Lorenzo Rossi, assessore comunale alle Politiche Giovanili – però mancava qualcosa. Gli feci notare che qui risiedono 4 fumettisti, 1 su 4.000, cifra significativa. Così abbiamo pensato di indire un concorso per lanciare le nuove generazioni. I risultati non si sono fatti attendere, tanto che per la giuria non è stato facile scegliere le 3 opere migliori, visto che ce n’erano tante davvero competitive. Abbiamo già programmato una mostra al MIC per esporle tutte e consentire di ammirarle, anche ai turisti. Si terrà da venerdì 29 a domenica 31 luglio, al culmine della stagione estiva”.

Alla giuria tecnica hanno preso parte i 4 artisti professionisti, Pina Ventura, dell’Ufficio Stampa del Comune, e Sergio Vallorani, presidente dell’Associazione Culturale “Blow Up”.

Le cartoline sono state stampate in 2.500 copie per ognuna delle 7 varianti e verranno distribuite nei luoghi della città più frequentati e in tutti i musei. I commercianti che le richiederanno potranno averle con un piccolo contributo.

Tutte le opere pervenute sono già presenti sul sito del Comune, pronte per essere ammirate e soprattutto scaricate. Non manca nulla: c’è persino il retro in formato pdf.

“Così ognuno potrà scegliere e stampare con facilità la propria cartolina personalizzata, anche quella che non ha vinto – continua Rossi – Un illustratore, Roberto Montani, ha inoltre realizzato per l’occasione un logo, ‘Grottammare. Città – anche – dei fumetti’, stampato sul retro, e che continueremo ad usare in futuro per queste iniziative”.

Super soddifatto il sindaco Enrico Piergallini, che ha sottolineato il grande atto d’amore per la città da parte degli artisti – “Gli uomini restano attecchiti qui, come le piante. Se non ci fosse questo rapporto profondo, non si farebbe nulla” – offrendo anche un’altra riflessione più critica: “Siamo abituati al piattume della realtà che ci consegna la televisione. Qui la città è unica, ma al tempo stesso troviamo 7 Grottammare, filtrate dalla visione dell’artista. Ogni città si diffrange in tutte le persone che la abitano. Non vogliamo più vedere il piattume, ma una città viva, abitata da uomini e da donne”.

Contro il grigiore, la monotonia e il logorio della vita postmoderna, una che punta sulle sinergie proponendosi come terra eletta del cabaret, dell’umorismo, e adesso “– anche – del fumetto”, fa ben sperare. Non serve spendere grandi cifre e scomodare grandi nomi, per ottenere un riscontro, coinvolgere le persone e cogliere le sue mille sfaccettature, promuovendola in maniera giovane e creativa: 83 opere stanno qui a ricordarcelo. L’anno prossimo saranno di più, visto che c’è già l’idea di coinvolgere altri professionisti.

Insomma, basta avere un’idea geniale e diventa tutto più semplice, quindi come minimo ce la copieranno. Ma qui Michael è perplesso: “Non credo… speriamo”.

Per accelerare i tempi, non resta che spedire qualche cartolina – anche – alle città limitrofe, come aiutino. “Saluti da Grottammare” è perfetto.

Info: Tutte le opere partecipanti al concorso sono disponibili qui per stampare la propria cartolina personalizzata (il retro è scaricabile in fondo ad ogni sezione).

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 391 volte, 1 oggi)