TERAMO – Sono stati presi provvedimenti inerenti a un grave episodio accaduto il 10 aprile in provincia di Teramo.

A seguito delle intemperanze poste in essere in occasione dell’incontro di calcio di 2^ categoria (girone E) tra due squadre abruzzesi sfociate nell’aggressione ai danni dell’arbitro (tra l’altro minorenne) a seguito della concessione di un calcio di rigore a favore della squadra ospite, l’attività d’indagine della Digos ha consentito di ricostruire nel dettaglio l’accaduto ed identificare gli autori dei gravi fatti.

Sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria due giocatori (un 31enne e un 22enne): il primo per aver colpito con un pugno l’arbitro e il secondo per aver invaso il terreno di gioco dopo essere stato espulso.

Sempre per invasione del terreno di gioco è stato denunciato anche un dirigente sportivo (un 37enne peraltro non inserito nella distinta delle presenze e privo di qualsiasi titolo per accedere sul campo)

Per tutti è scattata anche la denuncia per minacce nei confronti dell’arbitro.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 761 volte, 1 oggi)