SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Continuano a susseguirsi le voci di calciomercato attorno alla Sambenedettese. Come è normale che sia, in questa fase iniziale della stagione estiva, sono tanti i nomi di calciatori accostati alla squadra di Franco Fedeli che però, al netto delle speculazioni e con il ruolo di Ds ancora da definire ufficialmente (non ufficiosamente visto che la poltrona è promessa a Federico), è verosimilmente nel bel mezzo di un momento di riflessione.

E se da una parte ragionare sulle scelte di mercato è un comportamento saggio, dall’altra tutti gli indizi portano a credere che la società sia in fermento puro e che questo “momento di riflessione” non coincida affatto con immobilità o mancanza di contatti. Uno tra i nomi che circola più incessantemente in questi giorni è quello di Francesco Dettori, centrocampista sardo classe 1983 in forza alla Carrarese dove gioca nel ruolo di play col vizio del gol visto che sono state 8 le segnature del 33enne nella appena passata stagione.

Negli scorsi giorni si è parlato di un incontro tra l’entourage del giocatore e la famiglia Fedeli, col patron rossoblu che di nuovo si sarebbe scontrato con le richieste del calciatore, confermando, come nel caso Titone, una certa “allergia” verso i procuratori sportivi. Nel frattempo Dettori però dev’essersi guardato attorno perché è notizia di oggi l’interessamento nei suoi confronti anche del Padova, come riporta la testata internet Trivenetogoal.it.

Arriva poi la questione relativa al rinnovo di Mario Titone come poc’anzi accennato, operazione basilare per il prosieguo della campagna di rafforzamento. Le parole che avrebbe pronunciato Franco Fedeli in settimana e riportate da vari organi di stampa tra cui il portale on line Tuttomercatoweb.com col tycoon romano che avrebbe detto “morto un Titone se ne fa un altro” non lascerebbero presumere sviluppi brevi o positivi della vicenda, ma comunque resta da capire se le esternazioni di Fedeli vadano intese come una mossa tattica tesa a sbloccare un rinnovo difficile oppure come una vera e propria presa di posizione che avallerebbe le voci di un Titone tentato dal Pescara(ma con gli abruzzesi in A un triplo salto di categoria sarebbe improbabile per l’attaccante) e dallo stesso Padova, che invece sembra avere gli stessi gusti dei rossoblu in fatto di calciatori, almeno in questo momento.

Chiudiamo poi con una notizia rimbalzata da Salerno dove Andrea Rossi, terzino sinistro nato proprio a San Benedetto, sarebbe interessato a un riavvicinamento a casa alla corte di Ottavio Palladini. Il calciatore classe 1986 è di proprietà del Pescara e rappresenterebbe un innesto certamente d’esperienza viste le sue 190 presenze tra massima serie e cedetteria.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.396 volte, 1 oggi)