MARTINSICURO – Il comitato Difesa Ambiente Martinsicuro è tornato nei giorni scorsi a riunirsi in seduta plenaria attraverso la propria assemblea generale.

Nel corso della medesima gli associati hanno riconfermato la fiducia al consiglio direttivo che ha guidato negli ultimi anni con passione, determinazione e convinzione il conitato nel perseguimento dei propri fini statutari.

In particolare dall’Assemblea è scaturita la necessità e la volontà di proseguire nelle azioni a tutela del territorio di Martinsicuro e della Salute dei Cittadini.

Il consiglio direttivo, che resterà in carica per i prossimi due anni, nel rendicontare l’attività svolta ha assicurato il proprio impegno nel proseguire, senza incertezze, le azioni intraprese a tutela della Città, in assenza di altre iniziative reali e concrete da parte della politica in generale a salvaguardia dell’Ambiente di Martinsicuro.

I risultati ottenuti in questi anni incoraggiano il Consiglio Direttivo e il Comitato tutto ad andare avanti.

Per la prima volta infatti, grazie alle incessanti segnalazioni, l’anomala attività Industriale presente massicciamente in un limitato territorio, quale è quello di Martinsicuro, determinata da errate scelte politiche di pianificazione della Città, ha cominciato ad essere oggetto di maggiori controlli da parte degli Enti Pubblici preposti.

Ma ancora molto rimane da fare come ad esempio posizionare una Centralina fissa per il monitoraggio permanente dell’aria e un’indagine epidemiologica: promesse del Sindaco ad oggi non mantenute.

I Processi Penali che si stanno celebrando proprio in questi giorni presso il Tribunale di Teramo nei confronti di alcune Ditte del territorio e dei quali non è stata ancora data inspiegabilmente adeguata informazione da parte della stampa locale, dimostrano quanto fossero fondate le segnalazioni del Comitato alla Magistratura che ha assunto provvedimenti di Rinvio a Giudizio con gravi capi di imputazione per reati ambientali.

L’Assemblea ha comunque manifestato anche il proprio apprezzamento verso alcuni Imprenditori che hanno dato la propria disponibilità ad un confronto franco e sereno con il Comitato di Cittadini, fornendo assicurazioni su prossimi interventi volti alla mitigazione dei disagi per la popolazione.

E’ evidente dunque come il comitato Difesa Ambiente sia ormai una realtà territoriale dalla quale non è più possibile prescindere.

Alcuni Imprenditori oculati lo hanno compreso dando dimostrazione alla politica e in modo particolare all’Amministrazione Comunale di Martinsicuro di aver perso un’importante occasione di confronto con la Città nell’ignorare e peggio ancora contrastare l’operato collaborativo del comitato costituito dai propri Cittadini.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 243 volte, 1 oggi)