MARTINSICURO – Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa dei democratici di Martinsicuro in merito all’ormai noto debito Flajani e alla mancata approvazione del bilancio che ha fatto scattare la diffida del prefetto nei confronti dell’amministrazione comunale.

“A fina maggio il Comune di Martinsicuro è stato diffidato dall’Autorità prefettizia per la mancata approvazione del Bilancio consuntivo 2015 e di Previsione 2016. Questi importanti atti hanno come termine ultimo di approvazione il 30 aprile 2016. Si decide cosa fare dei nostri soldi cercando di programmare l’attività politico amministrativa del 2016.
Dopo quattro anni di Amministrazione Citta Attiva però non si riesce ancora ad approvare un bilancio di previsione nei termini prescritti dalla legge. Non ci sono notizie del tanto sbandierato bilancio partecipato e c’è voluto addirittura l’intervento diretto della Vice-Prefetto Vicario che ha diffidato i nostri Amministratori all’approvazione di quegli atti nei termini indicati.

Pur non volendo commentare un previsionale fatto a giugno, da informazioni assunte, buona parte di questi ritardi sono da imputarsi, a detta dei nostri Amministratori, al Debito Fuori Bilancio per la sentenza relativa all’esproprio per l’area del deputare di Villa Rosa. Di questa vicenda si tratterà nel prossimo Consiglio Comunale, il 13 giugno, con il Riconoscimento del Debito Fuori Bilancio derivante da sentenza esecutiva (Flajani).

Questa vicenda giudiziaria cari martinsicuresi ci costa oltre 800.000 Euro, che si vanno a sommare ai 550.000 Euro già sborsati nel recente passato per la stessa vicenda; una cifra che per metà sarà coperta attraverso un mutuo e metà attraverso risorse di Bilancio. Questo scenario implica di conseguenza un taglio sensibile a diversi settori e ad una riduzione delle opere pubbliche da portare a compimento. In pratica un Comune bloccato.

In merito alla vicenda Flajani non crediamo sia così facile dare una considerazione. Abbiamo ritenuto utile istituire una commissione di indagine, su iniziativa dei consiglieri di minoranza, e col voto unanime del Consiglio Comunale, per stabilire eventuali responsabilità; Commissione che si è riunita già in prima seduta il 10 maggio 2016.

Il lavoro in questa Commissione impone ai componenti un atteggiamento responsabile e vincolato al segreto d’ufficio per alcune situazioni. Tutto sarà rimesso dalla Commissione al Consiglio nei tempi dovuti.

Occorre però ricordare alla collettività i passaggi giudiziari che hanno portato a questo debito:

giudizio di primo grado promosso dai Flajani- Comune di Martinsicuro Contumace – sentenza di primo grado favorevole al Comune – Amministrazione Micozzi ;

giudizio di secondo grado – Comune di Martinsicuro Contumace – sentenza di secondo grado sfavorevole al Comune– Amministrazione Di Salvatore;

giudizio in Cassazione promosso dal Comune di Martinsicuro – sentenza di terzo ed ultimo grado sfavorevole al Comune – Controricorso Flajani accoglimento. Amministrazione Camaioni.

Rimettiamo ai cittadini la diffida del Vice – Prefetto, invitandovi a partecipare al prossimo Consiglio comunale”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 3 oggi)