SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Tecno Riviera delle Palme vince il triangolare con il Potenza Picena (vincitore del girone B) e l’Ankon Nova Marmi (vincitore del girone A) e si aggiudica il titolo di campione regionale di serie C2 di calcio a cinque. Nella prima partita al Palaspeca contro il Potenza Picena finisce con un pirotecnico 7-7, ma l’ennesima impresa di questa stagione gli uomini di mister Leonardo Grossi la campiono sui campi del Cus Ancona, superando in trasferta l’Ankon Nova Marmi per 5-3. Ancora una volta si ripete il leitmotiv di questa esaltante stagione per i rossoblù.

Nonostante una rosa ridotta ai minimi termini (solo in sette in distinta), con mister Grossi che è costretto a indossare la casacca da giocatore di fronte ad avversari più quotati ed esperti e contro una società più attrezzata economicamente, alla fine a primeggiare è ancora una volta lo spirito Tecno. Note di merito per Alessandro Roma, preziosissimo durante la stagione in particolare quando il top player Piccinini Martin era ai box per un lungo infortunio; eroico il centrale Vincenzo Sciarra, grande combattente che ha trascinato i suoi compagni nonostante i malanni fisici che lo hanno accompagnato durante tutta la stagione. Ma tutta la rosa, e in particolare chi ha giocato meno, merita un elogio per il contributo fondamentale dato per i successi di questa stagione.

È  però già tempo di programmare il prossimo campionato e tra pochi giorni lo staff tecnico e il direttivo si riuniranno per gettare le basi per la prossima stagione. Il torneo di serie C1 è molto più impegnativo e occorrerà puntellare la rosa e gestire la preparazione delle partite con più attenzione, visto che la qualità degli avversari sarà molta più alta, ma i rossoblù possiedono le qualità tecniche ed umane per affrontare al meglio il massimo torneo regionale.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 158 volte, 1 oggi)