Lorenzo Gabrielli

MONTEPRANDONE – Venerdì 27 maggio si è tenuta, alle ore 16:30 presso la Scuola Primaria di via Benedetto Croce dell’Isc di Monteprandone, la conferenza stampa di conclusione del progetto “Incontro all’Orto Bio”, un’iniziativa di orticoltura sociale e didattica finanziata dalla Regione Marche, alla quale ha preso parte la stessa scuola. Oltre a nonni, genitori ed alunni erano presenti: il Sindaco del Comune di Monteprandone Stefano Stracci, il Consigliere con delega Istruzione e Famiglia Daniela Morelli, il Dirigente Scolastico dell’Isc di Monteprandone Francesca Fraticelli, il Referente Scuola Primaria Giuseppina Coclite, il Referente Cea “Ambiente e Mare” Barbara Zambuchini.

Il progetto mira ad avviare una sperimentazione di orticoltura sociale e didattica che ha per oggetto la realizzazione di orti biologici volti alla valorizzazione dei prodotti locali e alla socializzazione. Gli alunni della classe V della Primaria, di pari passo con il programma scolastico, hanno infatti appreso i “trucchi del mestiere” attraverso il passaggio di conoscenze curato da Pasquale Marinelli. L’orto è stato visitato e curato periodicamente dai bambini che si sono occupati delle attività operative.

La conferenza stampa si apre con l’intervento di Stracci che sottolinea l’importanza della cultura e della didattica che rappresenta la base per lo sviluppo economico di domani, con l’augurio che il futuro possa essere più roseo di quello che oggi ci viene prospettato. “Incontri all’Orto Bio fa parte del progetto regionale chiamato Gli Orti di Orto Incontro e classificandoci tra le prime 20 posizioni abbiamo ricevuto dalla Regione dei contributi con i quali abbiamo acquistato delle panchine, una compostiera, 5 alberi da frutto e delle piantine aromatiche”, ci spiega la dott.ssa Coclite. L’incontro si è concluso, come da programma, con la piantumazione di un albero di cachi e la distribuzione di piantine fatte dai bambini ai presenti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 210 volte, 1 oggi)