SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se nel vedere una spiaggia greca vi sembrerà di riconoscere San Benedetto, nessun errore: si tratterà realmente di San Benedetto. Accadrà in “Scomparsa”, dove lo scorcio di un’isola ellenica è stato ricostruito in Riviera, nelle vicinanze del porto.

E’ il bello della fiction, intesa come finzione cinematografica. La produzione avrebbe dovuto girare le scene una volta tornata a Roma, sulla costa laziale. Ma i tempi favorevoli, accompagnati dal buon clima metereologico, hanno convinto la troupe a battere i ciak venerdì scorso.

La terza settimana di lavorazione è ripresa lunedì pomeriggio allo chalet Medusa. Dalle 16.30, circa cinquanta adolescenti si sono posizionate di fronte all’ingresso dello stabilimento balneare, alla ricerca di un selfie o semplice autografo di Federico Russo, che si è concesso alle ammiratrici poco prima dell’ora di cena. Vigili Urbani e volontari della Protezione Civile hanno faticato non poco a contenere l’entusiasmo delle ragazzine.

La star di “Alex & Co” è stata protagonista di un inseguimento in spiaggia con Giuseppe Zeno. Sul set, per l’occasione, si sono viste anche le rispettive controfigure. Poi tutti all’interno del locale, fino a tarda serata, quando ha rifatto capolino Vanessa Incontrada.

Ad affiancare Zeno c’era Luigi Petrucci, che i fan di Carlo Verdone ricorderanno per l’indimenticato ruolo di Ottavio Postiglione in “Compagni di scuola”. A loro si sono infine aggiunte Maria Rosaria Russo ed Euridice Axen (Veronica Torre ne “Le tre rose di Eva”).

La produzione gira per otto ore al giorno. Fino a mercoledì resterà sul lungomare nord, mentre dopo la pausa del 2 giugno tornerà a lavorare all’interno di un appartamento.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.679 volte, 5 oggi)