SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La situazione della sicurezza pubblica nel Comune di San Benedetto del Tronto, in vista dell’approssimarsi della stagione estiva, è stata al centro della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Prefetto Rita Stentella.

All’incontro hanno preso parte i vertici delle Forze di Polizia e la Capitaneria di Porto, il Sindaco di Ascoli Piceno, il Rappresentante della Provincia di Ascoli Piceno e il Sindaco di San Benedetto del Tronto, città che si caratterizza per un’ampia ricettività turistica che durante la stagione estiva raddoppia il numero dei propri abitanti superando le 100 mila unità.

Vari gli argomenti trattati tra i quali in particolare la Movida e l’individuazione delle misure da adottare per il contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale nel centro cittadino e lungo il litorale. Il sindaco del Comune di San Benedetto del Tronto ha ricordato le misure già adottate dall’amministrazione comunale per contrastare i predetti fenomeni. In particolare, per quanto riguarda il fenomeno della Movida, ha richiamato la specifica ordinanza emessa per disciplinare l’attività degli esercizi commerciali che intendono svolgere la propria attività in orario notturno. In particolare, pur rilevando che gli episodi che attengono alla Movida sono riconducibili prevalentemente alla fattispecie della sicurezza urbana, è stata curata la pianificazione di una attenta attività di prevenzione e controllo del territorio prevedendo un’intensificazione dei servizi da realizzare in piena sinergia e collaborazione tra tutte le Forze di Polizia e la Polizia Municipale di San Benedetto del Tronto.

Nel corso dell’incontro è stata anche esaminata la problematica del fenomeno dei furti consumati nel capoluogo ed in provincia. In proposito, pur rilevandosi che i dati su base annua non indicano sostanziali variazioni nella consumazione di furti, è stato concordato di attivare comunque specifici e mirati servizi di controllo interforze al fine di limitare la percezione di insicurezza che si ingenera nel cittadino per tale tipologia di reati.

Il Sindaco di Ascoli Piceno ha, inoltre, illustrato il progetto di un sistema di videosorveglianza con “telecamere intelligenti” che consentirà di innalzare le misure di sicurezza passive già esistenti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 260 volte, 1 oggi)