ALBA ADRIATICA – Due arresti, uno a Bellante e uno a Tortoreto, per bancarotta fraudolenta.

A seguito di mirati controlli, disposti dal maggiore Emanuele Mazzotta della compagnia di Alba Adriatica, i carabinieri di Bellante hanno rintracciato e arrestato, su provvedimento delle procura di Pescara, Franco Calabrese, 63enne del posto.

L’uomo, sottoposto a misura alternativa alla detenzione per bancarotta fraudolenta, reato risalente al 2006, avrebbe violato le restrizioni. Dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere di Castrogno.

I carabinieri di Tortoreto, invece, in esecuzione di un’ordinanza di espiazione pena ai domiciliari, emessa dalla corte d’Appello di Ancona, hanno rintracciato e tratto in arresto Domenico Moscianese, 55enne del posto. L’uomo dovrà scontare una pena detentiva ai domiciliari di 6 mesi e 20 giorni poichè ritenuto colpevole del reato di bancarotta fraudolenta, commesso in provincia di Macerata nel 2003.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.271 volte, 1 oggi)