SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Piero Celani ha lanciato un’invettiva contro la presunta inattività del consiglio regionale, lamentando “il silenzio dell’inoperosità”.

L’ex sindaco di Ascoli si è scagliato contro il consiglio guidato dal presidente Ceriscioli, accusando: “sono mesi, troppi, che il Consiglio si occupa solo di ordinaria amministrazione. Semplici atti, tra l’altro, che potrebbero fare tranquillamente i soli dirigenti”.

Per Celani finora si sono solo discussi atti già definiti o approvati dalla precedente giunta guidata da Spacca, come il Piano di Promozione Turistica. “La stessa maggioranza è come paralizzata; è come incapace di muoversi senza l’input del Governatore […] Ad oggi, ancora non é stato redatto un bilancio “politico”. Si continua ad amministrare con un bilancio “tecnico” redatto dalla struttura finanziaria nel dicembre scorso, che contempla solo le spese obbligatorie, gli unici fondi a disposizione son solo quelli comunitari”.

Il consigliere conclude accennando alla mancanza di una direzione politica nel consiglio, ed un limitarsi all’approvazione di bandi relative alle risorse europee, senza riforme per quanto riguarda “lo sviluppo industriale, infrastrutture, gestione rifiuti, le società partecipate come Aerdorica” e via dicendo.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 104 volte, 1 oggi)