MONTEPRANDONE- L’asd C’era una volta di Monteprandone continua nel suo lavoro coi bambini,  una piccola e peculiare isola della pedagogia che in questi anni sta portando avanti un approccio inconsueto nella gestione dei doposcuola dei più piccoli,  incentrato su di una metodologia che punta a valorizzare la gentilezza e il rispetto reciproco tra i bambini iscritti.

Il nuovo capitolo della storia portata avanti con passione dalle due responsabili dell’associazione Clelia Spotorno (che è anche presidente n.d.r.)  e Linda Quinzi si è svolto nella giornata di domenica 22 maggio presso il Teatro Pacetti di Monteprandone , in quello che è stato uno degli ultimi incontri della stagione 2015-2016,  “ricca di soddisfazioni fino ad ora” commenta la stessa presidentessa Spotorno.

L’appuntamento, ovvero uno spettacolo dal titolo “Il Coraggio della Paura “ ha puntato a “racchiudere il prodotto del lavoro svolto quest’anno coi bambini sulle emozioni”  prosegue la stessa Clelia Spotorno che poi spiega in dettaglio il contenuto della “sceneggiatura”: “abbiamo preso tre pezzi di storie di più o meno conosciute come Hansel e Gretel, le Amiche del ghiaccio e il Brutto Anatroccolo e le abbiamo fermate nel momento in cui arriva la paura, per poi far subentrare il coraggio a sbloccare la situazione”.

Tutto questo per far capire ai piccoli interpreti l’importanza di “vivere a pieno tutte le emozioni, le quali ci permettono di crescere e di vivere in maniera vera e consapevole” conclude invece Linda Quinzi. 

Nonostante la pausa estiva per quanto riguarda le esibizioni teatrali, l’associazione continuerà comunque le sue attività di gioco e insegnamento con i bambini di Monteprandone in un centro estivo presso il Centro Sportivo Eleonora dal 4 luglio al 5 agosto. 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 246 volte, 1 oggi)