SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolto lunedì 23 maggio il primo incontro del Comitato “Io Voto No – Riviera delle Palme” in vista del Referendum sulla modifica costituzionale. Nella sala della ex scuola Borgo Trevisani, nel quartiere Ponterotto, vi è stato un buon afflusso di cittadini e la discussione sui temi della modifica costituzionale è stata molto ricca di spunti e di proposte.

“Si va nella direzione di renderci sempre più una colonia di altri stati o delle grandi forze della finanza – si è detto ad esempio in uno degli interventi – Così si vuole accentrare tutto il potere nelle mani di un piccolo gruppo autoritario in modo che non ci sia più possibilità di mediazione e il popolo sia costretto a subire passivamente”.

“Uno degli obiettivi è di impedire alle comunità locali di opporsi alle decisioni che arrivano dall’alto. In un caso come quello dello Stoccaggio del Gas, la modifica che hanno pensato non avrebbe incontrato la resistenza della Regione Marche, che abbiamo sensibilizzato, e la nostra protesta avrebbe rischiato di essere sterile” è stato affermato in un ulteriore intervento.

Il giornalista Pier Paolo Flammini è stato nominato referente del Comitato, mentre Riccardo Morelli, referente regionale, ha illustrato ai presenti le modalità di sensibilizzazione della popolazione: quindi già dal fine settimana partirà la raccolta delle firme in vista del referendum e contemporaneamente si raccoglieranno le firme per abolire la legge elettorale Italicum: “La sommatoria della modifica costituzionale e della legge elettorale che garantisce una maggioranza assoluta anche a chi arriva al 25% o meno dei voti rischia di trasformare definitivamente la democrazia repubblicana nata dalla Resistenza – ha detto Morelli – Chi vincerà potrà nominare autonomamente tutti gli organi di garanzia, oltre che incidere nuovamente e profondamente nella Costituzione, in un vortice di autoritarismo pericolosissimo”.

Gianluca Traini è stato nominato tesoriere. Presto sarà aperta una pagina Facebook e si invitano tutti i cittadini ad attivarsi e ad unirsi al “Comitato del No”. Nei prossimi giorni saranno avviati i primi incontri pubblici in tutta la Riviera.

Questo l’elenco dei fondatori del comitato al quale si aggiungono alcuni attivisti che, impossibilitati ad essere presenti, hanno comunque garantito fin da subito la loro disponibilità.

Stefano Giammarini, Attilio Biocca, Anna Rita Cinaglia, Sabrina Cava, Maria Bernardini, Alessia Ceccarelli, Matteo Cicconi, Valentina Cameli, Gianluca Traini, Alessandra Di Nicolò, Gian Marco Falgiani, Giuseppe Buscemi, Luca Spadoni, Alessandro Ribeca, Marilisa Leli, Ilaria Core, Mariangela Cavallo, Mario Pulcini, Maurizio Allevi, Felice Di Maro, Massimo Bartolozzi, Pier Paolo Flammini, Renzo Forti, Giorgio Mancini, Riccardo Morelli, Massimo Rossi, Ermetina Mira, Olimpia Gobbi, Laura Ciabattoni, Katiuscia Chiappini, Lorenzo Rossi, Gabriele Marcozzi, Alessandro Pertosa, Saturnino Di Ruscio.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.095 volte, 1 oggi)