FIRENZE – Prevenzione e sicurezza dalle Fiamme Gialle. I reparti operanti della Guardia di Finanza di Firenze dal 20 al 22 maggio, durante lo svolgimento del Gran Premio del Mugello (tappa italiana del Campionato Mondiale di Motociclismo) hanno svolto una serie di attività in tutti i settori di competenza: dal “bagarinaggio” ai controlli antidroga, dal commercio abusivo alla regolare emissione dello scontrino fiscale.

Le Fiamme Gialle hanno operato sia nel perimetro esterno dell’autodromo sia all’interno dello stesso con l’ausilio delle unità cinofile. Il fiuto dei cani è stato utile sia per individuare le sostanze stupefacenti nascoste sulle persone sia all’interno dei molti caravan e roulotte che accedono all’autodromo.

Le modalità di occultamento sono risultate molte diverse e fantasiose: oltre che nelle parti intime e nelle scarpe le sostanze stupefacenti sono state rinvenute anche all’interno di un barattolo di nutella, nella macchina per il caffè o negli sciacquoni dei bagni.

Complessivamente sono state denunciate due persone per possesso di sostanze stupefacenti. Sono state segnalate, come assuntori, alle competenti Prefetture 184 persone: tra queste un ragazzo di Grottammare sorpreso con della cocaina.

Sono stati sottoposti a sequestro: 643 grammi di hashish e marijuana, 12 grammi di cocaina, un grammo di MDMA e 37 spinelli.

Inoltre i controlli hanno permesso di individuare sei persone che vendevano abusivamente biglietti d’ingresso con il relativo sequestro di 17 tagliandi di accesso. Compiute verbalizzazioni nei confronti di tre persone per la vendita al pubblico di bevande in assenza di autorizzazione commerciale con il conseguente sequestro di 229 bottiglie di birra e 108 lattine/bottiglie di altre bevande non alcoliche.

E’ stata segnalata all’Autorità Giudiziaria una persona per aver proceduto, all’interno del Circuito del Mugello, alla vendita di alcolici in contenitori di vetro. Infine sono state contestare 17 violazioni in materia di scontrini e ricevute fiscali.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.466 volte, 1 oggi)