IN EDICOLA OGNI LUNEDI’ NELL’EDIZIONE CARTACEA

FANO – Penultimo impegno della stagione per la Legio Picena Under 14, in trasferta a Fano. Prima giornata con clima estivo sul duro campo fanese per una Legio Picena che deve rinunciare all’ultimo momento anche a Dal Monte, ma mette comunque in campo una squadra competitiva.

Gara sempre sotto controllo dei rossoblu, che mancano diverse segnature prima di marcare tre volte con La Forgia (mete trasformate da Silla e Merli) e chiudere il primo tempo sul 21-0.

Non cambia il copione nella ripresa, con la squadra sambenedettese che si installa stabilmente nel campo avversario e, nei secondi venticinque minuti, va in meta ancora in due occasioni con lo stesso La Forgia e con Silvestri, ed una volta anche con Chiarini.

Malgrado il risultato tondo, bisogna ammettere che non è stata la miglior Legio Picena della stagione. Troppe ruck risolte con lentezza, se non addirittura perse, e così anche qualche tallonaggio da mischia chiusa. Poca rapidità nello spostare il pallone verso la superiorità numerica, sostegno non sempre tempestivo. La differenza l’hanno fatta sostanzialmente le individualità, mentre per il gioco di squadra si deve registrare un passo indietro rispetto alle ultime uscite contro Macerata e Falconara.

Formazione messa in campo dalla Legio Picena: La Forgia; Del Gatto, Spinozzi, Sciocchetti, Bollettini Mirco; Silvestri, Merli; Chiarini; D’Erasmo (Bollettini Matteo), Ruggeri (Cappelletti); Cicconi, De Angelis, Silla.

Ultimo atto della stagione venerdì prossimo ad Ascoli Piceno, recupero infrasettimanale di un turno rinviato ben due volte per maltempo. Ci vorrà una Legio Picena ben migliore di quella vista a Fano per fare risultato in casa dei cugini e vendicare così la sconfitta interna di qualche settimana fa.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 134 volte, 1 oggi)