Non ho l’abitudine di utilizzare caratteri colorati per enfatizzare dei concetti. Quelle che seguono, in rosso, sono le prime 12 parole del programma con il quale il Partito Democratico si è presentato agli elettori nel febbraio 2013. Una dichiarazione di amore per la Costituzione del 1948.

Noi, cittadine e cittadini democratici e progressisti, ci riconosciamo nella Costituzione repubblicana.

Quello stesso partito ha ottenuto poi una maggioranza parlamentare grazie ad un premio di maggioranza garantito da una legge elettorale giudicata incostituzionale.

Quello stesso partito, oggi, ha modificato la Costituzione.

Questi sono i fatti, stringati. Poi, che ognuno abbia la coscienza di valutare.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 260 volte, 1 oggi)