MOSCIANO SANT’ANGELO – Dopo i preventivi tentativi per la riacquisizione di un immobile confiscato e passato in gestione dell’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati, nei giorni scorsi si è riunito in Prefettura il Nucleo di Supporto per la gestione delle procedure volte al rientro nella piena disponibilità dell’abitazione.

Allo stesso hanno partecipato, oltre alle Forze di polizia, anche rappresentanti dei Vigili del Fuoco, della Asl, dell’Amministrazione Comunale di Mosciano, dei Servizi Sociali nonché l’Amministratore Giudiziario.

L’appartamento era detenuto sine titulo da una famiglia di etnia Rom.

Nella mattinata del 20 maggio è stato effettuato lo sgombero ed il ripristino della legalità.

Questa esecuzione segue il recupero di altri immobili avvenuti nei scorsi mesi, basati su altri provvedimenti ma la comune finalità dell’attività di polizia è sempre quella del ripristino della legalità.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 452 volte, 1 oggi)