CUPRA MARITTIMA – Prosegue l’attività di monitoraggio da parte del Gruppo Amici di Beppe Grillo di Cupra della gestione della raccolta rifiuti eseguita dalla Picenambiente

La portavoce del Gruppo Elena Russo dichiara: “.Già alla presentazione del nuovo sistema dei mastelli manifestammo le nostre perplessità e il nostro scetticismo sull’effettiva validità e sui rischi che avrebbe potuto comportare; purtroppo tutte le nostre preoccupazioni hanno trovato conferma. Alle due conferenze (febbraio per la zona sud e marzo per la zona nord) proponemmo di realizzare delle isole ecologiche con telecamere e tessere magnetiche o di applicare sui bustoni già in uso, delle fasce con codice a barre, ma fummo accusati di utopia e di strumentalizzazione politica. Il tempo ha dimostrato la fondatezza dei nostri interventi, i cassonetti dopo anni sono ricomparsi e traboccano di rifiuti abbandonati.”

Continua la Russo: “Chiediamo all’Assessore Roberta Rossi e al Responsabile di Picenambiente Leonardo Collina se è questo il biglietto da visita che si vuole presentare ai visitatori e ai turisti che tra poco affolleranno il nostro Paese. Chiediamo se è questo il decoro nel quale si vuole far vivere noi cittadini cuprensi, che per il solo servizio di smaltimento rifiuti, abbiamo sostenuto nel 2015 un costo di oltre un milione di euro. Per gestire i rifiuti e il decoro del Paese sarebbero utili degli incontri da tenersi prima dell’inizio della stagione balneare, in modo da ricevere spiegazioni e fornire suggerimenti e collaborazione.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 389 volte, 1 oggi)