MONTEPRANDONE – Nell’ultimo consiglio comunale si è proceduto all’approvazione del Rendiconto dell’esercizio 2015, che ha evidenziato, oltre al pieno rispetto del Patto di stabilità, un’ulteriore riduzione dell’indebitamento. Rispetto al limite previsto dalla legge del 10%, nel Comune di Monteprandone esso è appena del  1,12%.

L’Assessore al Bilancio, Emerenziana Cappella, ci tiene a sottolineare che  il Comune di Monteprandone continua a perseguire la politica della progressione nella tassazione, applicando, per l’addizionale IRPEF, aliquote con scaglioni differenziati per fasce di reddito, collocandosi così tra le più basse della provincia di Ascoli Piceno.

“Inoltre, in netta controtendenza col territorio, addirittura ridotta la tassazione sui rifiuti (TARI) del 7.02% per le utenze non domestiche e del 4.5% in media per le utenze domestiche. Tutto questo ci consente di guardare alla nuova programmazione in modo pienamente ottimistico e ad avviare una stagione di investimenti, senza gravare sulle tasche dei cittadini”. ha affermato Emerenziana Cappella.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 137 volte, 1 oggi)