IN EDICOLA OGNI LUNEDI’ NELL’EDIZIONE CARTACEA

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ultima in casa per la Under 14 della Legio Picena in questa stagione, in una giornata di festa con la partecipazione di tutte le squadre giovanili del rugby sambenedettese.

La partita si riassume negli errori in fase di conversione delle mete da parte dei ragazzi della Legio Picena, che hanno tenuto a lungo il pallino della partita, ma ai quali sono stati fatali gli errori dalla piazzola. Insomma, una partita veramente gettata alle ortiche per qualche leggerezza di troppo.

Legio Picena sempre in emergenza, che deve rinunciare a Di Teodoro alle prese con problemi di salute, a Polianovsky e Cappelletti, tenuti lontano d impegni famigliari, ed in più con Cicconi acciaccato, ma che comunque va in panchina.

Buone notizie il recupero di Silla e quello di Chiarini, di nuovo in campo a due mesi e mezzo dalla rottura della clavicola. Rispettando la rotazione dei giocatori e delle posizioni in campo, la novità della domenica è proprio l’esordio di Chiarini con il numero 8, con D’Erasmo che va a fare il pilone a destra.

Solito inizio a scoppio ritardato per i rossoblu, che concedono una facile realizzazione agli avversari. Poi arriva una decisa reazione, con la Legio Picena che si installa stabilmente nella metà campo avversaria, andando in meta con Sciocchetti e Mirco Bollettini (due volte a testa) e Silla, senza però mai trasformare neppure le segnature in mezzo ai pali. Ma anche Falconara, che si conferma ottima compagine, tocca in meta altre due volte; così, a dieci minuti dalla fine, il risultato è di 25-19 per la Legio.

Se già non si fossero complicata la vita abbastanza con le mancate trasformazioni, i ragazzi della Legio Picena fanno harakiri perdendo un possesso in attacco e lisciando un paio di facili placcaggi, con la conseguenza di regalare ai gialloblu ospiti la segnatura che li porta avanti di un punto.

La reazione finale della Legio è disperata e sterile, con La Forgia bloccato in ben due occasioni a pochi centimetri dalla meta del controsorpasso. Anzi, proprio in vista del fischio finale, sono gli ospiti a realizzare la meta che chiude la partita sul 25 – 31.

Dopo cinquanta minuti divertenti e combattuti, coronati dalla bellezza di dieci mete (cinque per parte) e da un buon gioco alla mano, le squadre si applaudono al centro del campo e si promettono rivincita alla prossima occasione.

Terzo tempo superlativo a cura di mamme e papà dei giovani legionari.

Prossimo impegno per i rossoblu in trasferta a Fano, con l’obbligo morale di ripetere la bella prestazione, portando però a casa anche il risultato.

Formazione di partenza della Legio Picena quest’oggi: Spinozzi; La Forgia, Bollettini Mirco, Sciocchetti, Del Gatto; Silvestri, Merli; Chiarini; Dal Monte (Matteo Bollettini), Palamara (Ruggeri); D’Erasmo (Cicconi), De Angelis, Silla.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 117 volte, 1 oggi)