BRADFORD – Colpevole di omicidio. E’ il verdetto unanime della corte di Bradford riguardo al processo di Samira Lupidi, la giovane madre di Martinsicuro che lo scorso 17 novembre uccise a coltellate le sue due figlie.

La donna aveva confessato l’omicidio nei giorni scorsi ma aveva affermato di aver agito in uno stato di incapacità parziale. Durante la lettura era presente in aula ed è scoppiata a piangere.

Il giudice più tardi specificherà la condanna.

AGGIORNAMENTO DELLE 17.00

Il giudice Justice Edis è tornato in aula per leggere la sentenza. Samira Lupidi è stata condannata all’ergastolo e il giudice ha stabilito il termine minimo di reclusione a 24 anni.

Fuori dal tribunale, dopo la lettura della sentenza, era presente il nonno delle bimbe, Peter Tessitore, che ha dichiarato: “Dopo quel terribile giorno di novembre le nostra vite sono piene di dolore e il nostro cuore spezzato non potrà mai guarire. Ci stavamo preparando a celebrare il battesimo di Evelyn e Jasmine, doveva essere un momento di festa, invece i nostri due angeli ci sono stati strappati per sempre.

“Questa è stata una tragedia che ha avuto effetti devastanti su tutte le persone coinvolte – le parole dell’ispettore capo Richard Holmes – Non sapremo mai le ragioni per cui Samira ha commesso un gesto così terribile lo scorso novembre”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.770 volte, 1 oggi)