MONTEFIORE DELL’ASO – Un bene “morale”, anzi “il” bene morale, patrimonio del popolo italiano, conquistato grazie alla lotta di Liberazione dal nazifascismo. Questa è la Costituzione Repubblicana del 1948, un modello per molti unico nel panorama mondiale per lungimiranza, spirito democratico partecipativo, visione progressista della società e armonia complessiva tra ruolo dello Stato, il suo funzionamento, le libertà individuali ed economiche garantite.

Di questo e del tentativo (l’ennesimo) di modifica della Carta Costituzionale, stavolta intrapreso dal governo Renzi e che condurrà al referendum previsto nel prossimo mese di ottobre, si parlerà nella conferenza che si svolgerà sabato 14 maggio, alle ore 17,30, a Montefiore dell’Aso, precisamente al Polo Museale, ex convento di San Francesco.

Chiara Zoccarato, veneta e componente del direttivo nazionale dell’associazione MMT Italia, illustrerà le implicazioni che la riforma paventata avrà sulla Costituzione e di come esse vadano a soddisfare le richieste di gestione dell’Italia in conformità con la “Governance Multilivello” imposta a livello europeo. Introdurrà Riccardo Morelli, avvocato di Montefiore e coordinatore regionale del Comitato per il No al Referendum, e modererà l’incontro Pier Paolo Flammini, giornalista e referente per l’associazione Mmt Marche Economia per la Piena Occupazione.

L’evento avrà una forte connotazione simbolica e formativa, al fine di replicare iniziative del genere in tutte le città marchigiane e informare i cittadini sulla portata della sfida che si profila all’orizzonte. Per questo si invitano caldamente tutti coloro che vorranno attivarsi a partecipare all’incontro per acquisire gli elementi di base e il quadro complessivo e avviare, così, un percorso di approfondimento e diffusione capillare.

Per informazioni: Riccardo Morelli 3290083884.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 462 volte, 2 oggi)