SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Giorgio De Vecchis torna a parlare della vicenda della clinica cittadina Stella Maris. Lo fa dopo gli sviluppi delle scorse settimane con le iniziative sindacali prese dagli operatori sanitari, da sette mesi senza stipendio.

L’intervento del candidato sindaco arriva a margine della presentazione della lista a suo supporto“Servire San Benedetto del Tronto” e l’appello è rivolto principalmente alle altre forze politiche locali che, per De Vecchis, stanno assecondando “un silenzio assordante sulla vicenda, proprio mentre una importante offerta sanitaria della città è fortemente a rischio”.

“100 dipendenti e 60 posti letto a rischio con l’aggiunta dei problemi giudiziari in capo alla proprietà della struttura sanitaria sono vicende che rendono inaccettabile l’immobilismo dei politici locali e della Regione” tuona il candidato, che poi rivolge un appello dai contenuti critici anche a Luca Ceriscioli: “il governatore si è insediato da più di un anno e non può non sapere ormai, lo invito ad agire e ad occuparsi della questione altrimenti è da ritenersi complice della situazione, la clinica è convenzionata con la Regione e la Regione Marche deve tutelare anche i cittadini sambenedettesi, o forse pensano- la chiosa finale dello stesso- di rappresentare solo i cittadini pesaresi o anconetani?”.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 528 volte, 1 oggi)