GROTTAMMARE – Come ogni anno in principio della stagione estiva, è entrata in vigore ordinanza che stabilisce i tratti idonei e non idonei alla balneazione marina.

Il documento osserva le indicazioni emanate dalla giunta regionale, in attuazione alla direttiva comunitaria sulla qualità delle acque (n. 2006/7/CE).

Per l’estate 2016, la balneabilità è assicurata lungo tutto il tratto di costa grottammarese, ad eccezione dei soliti  300 metri nei pressi della foce del fiume Tesino (150 metri a nord e 150 metri a sud), dove vige il divieto permanente.

Per la zona interessata dal divieto è disposta l’apposizione di cartelli informativi, a cura del servizio Manutenzioni.

L’ordinanza viene emessa annualmente a tutela della salute pubblica, in virtù di una norma (d.lgs. 116/08) che assegna ai Comuni la competenza sulla “delimitazione, prima dell’inizio della stagione balneare, delle acque non adibite alla balneazione e delle acque di balneazione permanentemente vietate ricadenti nel proprio territorio, in conformità a quanto stabilito dall’apposito provvedimento regionale…”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 438 volte, 1 oggi)