di Lorenzo Gabrielli

MONTEPRANDONE – Si è svoltO sabato 7 maggio a Monteprandone, in una sala consiliare gremita, la presentazione del libro del professor Saturnino Loggi dal titolo “Monteprandone Porto d’Ascoli. Storia di un territorio”. La ristampa del testo curato dalla casa editrice Capponi Editore, nasce, a detta dell’autore, dalla necessità di arricchirlo con le inedite ricerche e nuovo materiale fotografico, oltre che dalla ricorrenza occorsa il 16 luglio 2015, data che ha segnato l’ottantesimo anniversario della separazione della frazione di Porto d’Ascoli dal Comune di Monteprandone.

Nonostante sia passato più di mezzo secolo permangono tuttora relazioni e legami tra le due comunità, segno evidente che i confini amministrativi non ostacolano l’integrazione tra i territori. Il libro va dal Neolitico all’Evo contemporaneo, passando per le invasioni barbariche prima, a quelle longobarde e franche poi. Proseguendo si parla del cavaliere di stirpe franca o longobarda che presumibilmente fece costruire il castello da cui prese il nome; dell’annessione ad Ascoli nel 1292; di San Giacomo della Marca e così di seguito. Nel testo compaiono immagini di reperti e documenti antichi che arricchiscono ancora di più l’opera, rendendola un vero capolavoro per i cittadini di Monteprandone e non.   

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 216 volte, 1 oggi)