PORTO SAN GIORGIO – Operazione dei carabinieri. Alle prime luci dell’alba del 5 maggio, a seguito di una complessa inchiesta, i militari di Porto San Giorgio hanno bloccato e arrestato il pregiudicato P. E., 32enne di origine campana e residente a Porto Sant’Elpidio, eseguendo una misura cautelare emessa dal Tribunale di Fermo nei confronti dell’uomo e di altre due persone già denunciate ma al momento irreperibili.

Per concorso in rapina, lesioni personali e furto aggravato commesso a febbraio a Porto San Giorgio ai danni del titolare di un fast food. Il proprietario stava facendo rientro a casa quando è stato avvicinato da uno sconosciuto che l’ha minacciato con un coltello. Il criminale si è fatto consegnare il denaro (incasso dell’attività commerciale) e ha provato la fuga a piedi inseguito dal titolare.

Ma un altro complice è intervenuto alle spalle del malcapitato procurandogli con calci e pugni lesioni personali guaribili in 30 giorni. Dopo varie indagini sono stati identificati i responsabili della vicenda.

I due irreperibili sono ricercati sul territorio nazionale e dalle polizie di Frontiera ed Europee.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 864 volte, 1 oggi)