PESCARA – Blitz delle Forze dell’Ordine. Animali maltrattati e costretti a vivere tra gli escrementi, in spazi ridotti. Locali di deposito del latte crudo con muffe, infiltrazioni, umidità e ragnatele. Aree per lo stoccaggio dei mangimi prive dei requisiti igienici.

Veri e propri allevamenti ‘lager’ quelli scoperti in Abruzzo dai Carabinieri del Nas di Pescara che hanno ispezionato in tutta la regione 24 strutture per l’allevamento di bovini da latte.

A quanto riportato dall’Ansa le criticità principali sono state riscontrate nell’Aquilano e nel Teramano. I controlli, condotti con il supporto dei Servizi veterinari delle Asl, hanno portato a due persone denunciate per concorso in maltrattamento di animali, sei segnalate per violazione in tema di igiene in allevamenti, sale di mungitura e depositi.

110 bovini sottoposti a vincolo sanitario per carenze in materia di identificazione e marchi auricolari, 24 bovini sottoposti a sequestro penale per maltrattamenti, 220 quintali di mangime sottoposti a vincolo sanitari. Per cinque aziende agricole divieto di uso dei locali privi di requisiti igienici.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 488 volte, 1 oggi)