MASSIGNANO – Il consiglio comunale di Massignano del 28 aprile ha approvato le tariffe Tari, Iuc ed Irpef, ed il sindaco Massimo Romani ha riassunto i risultati del nuovo programma di raccolta differenziata.

Massignano ha adottato a fine 2014 il sistema di raccolta differenziata porta a porta con mastelli taggati. Il programma ha iniziato a dare i suoi primi frutti nel giro di pochi mesi, portando la differenziata del comune dal 16% del 2014 a una media del 62% del 2015.

L’introduzione del nuovo sistema di raccolta ha consentito di contenere gli aumenti dei costi in discarica (passati nel 2015 da 86,40 euro/tonnellata a 96 euro a tonnellata, migliorare il decoro urbano e ambientale ed infine ridurre la bolletta dei massignanesi: ci sarà infatti una riduzione in bolletta del 5%.

Il sindaco Romani ha commentato: “Il prossimo passo sarà quello di ridurre ulteriormente la quantità di rifiuti. Stiamo a tal proposito pensando di distribuire delle compostiere domestiche nelle zone di campagna e iniziare ad installare sul territorio delle casette dell’acqua per la riduzione della plastica conferita.”

Il consiglio comunale ha, infine, confermato le tariffe Imu ed addizionale Irpef 2015, ed abolito definitivamente la Tasi.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)