In diretta dalla sala stampa Sabatino D’Angelo del Riviera delle Palme

MISTER MARINO UMBERTO: E’ stata una grande partita, abbiamo giocato un buon calcio, soffrendo anche. Abbiamo raggiunto la vittoria nonostante la Samb sia una grande squadra. Ci è mancato nelle partite precedenti, stavolta abbiamo avuto quel pizzico di fortuna. Nel calcio si vince e si perde, Palladini ha fatto un grandissimo campionato.

MISTER OTTAVIO PALLADINI La festa è della Samb, non la mia. Ma sono incazzato, abbiamo regalato due gol agli avversari, nel secondo tempo abbiamo stradominato, potevamo fare due o tre gol. Non mi piace la superficialità, abbiamo preso gol su calcio d’angolo a favore nostro e su una palla che potevamo appoggiare al portiere e invece abbiamo messo in calcio d’angolo. Ho contato diverse palle gol nella ripresa, sia quando eravamo in vantaggio che sull’1-1 e anche sul 2-1. Oggi fino al 42′ non abbiamo regalato neanche una palla gol agli avversari, mi fa arrabbiare questo: i giovani hanno giocato bene, bravo Vallocchia e Bruni. Perdere fa parte del calcio, ma quando si perde meritatamente non c’è problema, ma quando si fanno dei regali come oggi o come domenica scorsa non lo sopporto. Da Vallocchia, oggi, c’è stata una risposta ottima.

ANDREA FEDELI: A volte era capitato di non giocare bene e vincere, stavolta abbiamo sbagliato molto davanti al portiere e siamo stati puniti. Il Chieti ha sempre tenuto in mano il centrocampo, poi con la qualità che abbiamo avremmo anche potuto vincere ma non ce l’abbiamo fatta.

ANDREA VALLOCCHIA Ho sfiorato il gol nella ripresa, volevo dare la palla a Titone ma non sono riuscito. Fa piacere fare gol al Riviera ma dispiace per la sconfitta. Oggi ho giocato nel mio ruolo, preferisco giocare esterno alto, a destra. Vediamo a fine stagione, spero che le società troveranno un punto di incontro, certo qui si sta bene. La partita col Castelfidardo non fu una mia bella prestazione, pagai l’emozione, oggi spero di essermi riscattato. Il gol è frutto dei movimenti già provati in settimana, è stato facile mettere alle spalle del portiere. Dedico il gol a mio padre e mia madre, dedico a loro il gol, mi hanno sempre seguito anche quando non giocavo.

DANIELE FIORETTI E’ stata una bella partita anche per me, peccato non essere riuscito a segnare nell’occasione che ho avuto. Nel finale abbiamo sbagliato un paio di gestioni della palla, per quanto mi riguarda spero di trovare la riconferma, manca una partita e poi c’è la poule scudetto.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.382 volte, 1 oggi)