ANCONA – Quasi sette famiglie marchigiane su 10 dispongono di un accesso al web, e oltre la metà di queste utilizza la rete per fare acquisti. Ad affermarlo, riportato sull’Ansa, è la Coldiretti regionale sulla base degli ultimi dati Istat 2015 sull’utilizzo delle nuove tecnologie da parte dei cittadini. Il 30 aprile 1986 l’Italia si connetteva per la prima volta al web.

Oggi il 68,7% delle famiglie in regione è “collegato”, più della media nazionale, pari al 66,2%.

E anche il dato marchigiano di chi fa le compere sul web (54%) è sopra lo standard italiano (49%). Tra i prodotti più acquistati in rete abiti, pernottamenti per vacanze e libri.

Crescono però anche i cittadini che comprano su Internet prodotti alimentari, soprattutto le donne. Un fenomeno che rappresenta un’occasione importante per le imprese agricole marchigiane. Secondo un’elaborazione Coldiretti su dati Istat, le aziende in campagna che hanno un sito web o una pagina internet sono 1.100 (il 2,4% del totale), di cui oltre 300 vendono prodotti on line.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 110 volte, 1 oggi)