ANCONA – Sono le Marche le leader in Italia per consumo di frutta e verdura, con l’86,8% della popolazione che ne mangia almeno una porzione al giorno, contro l’82,9% della media nazionale. Questa l’analisi, riportata dall’Ansa, della Coldiretti sulla base del rapporto Osservasalute 2015.

Dai dati emerge che i marchigiani dai 3 anni in su che mettono nel piatto ogni giorno almeno un ortaggio o un frutto sono 1,3 milioni, con una percentuale che dall’inizio della crisi è aumentata, in controtendenza rispetto al dato nazionale che ha visto un calo dei consumi di ortofrutta.

Ma scorrendo la classifica delle tavole regionali emerge anche che le Marche sono quelle che mangiano a livello nazionale più salumi (l’86% li consuma almeno una volta al giorno), carni bianche (il 54%) e carni di maiale (il 55%).

Gettonatissimi anche il pesce (secondi dopo la Campania), la carne bovina (terzi dopo Sicilia e Calabria), pane e pasta (quinti in classifica) e uova, mentre inferiori alla media sono gli acquisti di formaggi, legumi in scatola, latte e snack.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 265 volte, 1 oggi)