SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La Samb continua a vincere nonostante un campionato ampiamente acquisito e festeggiato. Verrebbe da dire che la mentalità vincente è ormai diventata un moto senza soluzione di continuità,  ben innescato e che adesso fa fatica ad arrestarsi.

E se le ultime due giornate di campionato possono contenere una certa utilità statistica legata al fascino di riuscire a concludere la stagione con quanti più punti possibili, c’è anche un altro impegno che di fascino ne ha da vendere ovvero quella Poule Scudetto che prenderà il via già domenica 15 maggio.

Il regolamento è chiaro: tre gironi da tre squadre, le cui vincenti, assieme alla migliore seconda, daranno vita a semifinali e alla finale del 5 giugno su campo neutro e in caso di parità al 90′ saranno direttamente i calci di rigore a stabilire nel caso, le finaliste o direttamente la squadra “scudettata”.

Per quanto riguarda i criteri che stabiliranno la classifica di ciascun girone, a parte il numero di punti, si terrà conto anche degli scontri diretti e della posizione della squadra in Coppa Disciplina, che tiene conto delle sanzioni disciplinari collezionate dalla compagine nella singola stagione. Per stabilire invece la miglior seconda, oltre ai punti e alla Coppa Disciplina si terrà conto anche della media età della rosa, con quest’ultimo criterio che premierà la squadra più giovane.

Il girone dei rossoblu di Palladini è già delineato con la Samb che affronterà il Gubbio, vincitore del gruppo E e il Parma che ha dominato, finora collezionando ben 88 punti, il girone D. Sarà il sorteggio a determinare i turni di riposo e quale squadra giocherà in trasferta visto che si tratta di gare di sola andata.

Per quanto riguarda invece gli altri gironi, chi più chi meno si stanno anch’essi delineando. Il primo raggruppamento con le vincitrici dei gironi A-B-C dovrebbe accogliere Il Bellinzago o la Caronnese che si giocheranno lo sprint finale nel gruppo A, mentre il Piacenza è certo già da tempo avendo vinto il raggruppamento B da settimane. Si aggiungerà alle due anche il Venezia di Joe Tacopina che ha dominato invece il gruppo C. Per quanto riguarda invece il terzo triangolare, ancora incerto visto che i rispettivi gironi devono ancora dare un responso ufficiale, si dovrebbe però giocare tra Viterbese (a+ 5 sul Grosseto a -2 dal termine), Virtus Francavilla (+4 da Nardò e Francavilla sempre a 2 giornate dal termine) e chi la spunterà nel testa a testa fra Siracusa e Frattese nel combattutissimo girone I.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.150 volte, 1 oggi)