AGNONE(IS)- Le pagelle di Agnonese-Samb con i rossoblu che vanno a segno 5 volte. Maiuscola la prova di Pezzotti, autore di un gol e due assist. Anche Titone partecipa alla festa timbrando il 18° centro stagionale.

Mazzoleni 5,5: Esente da colpe sui due gol dell’Agnonese nel primo tempo, continua però il suo brutto rapporto con le uscite, ancora piuttosto incerte come quella con cui sembra travolgere Marolda anche se sul penalty c’è più di un dubbio.

 Tagliaferri 6: Bene su Castagna che lo impegna a tratti nel primo tempo, bravo il giovane a non perdere la bussola(63’ Douabi 6,5: Entra e ci mette 5 minuti per entrare nel tabellino dei marcatori con una girata di destro davvero di pregevole fattura. Va vicino anche al secondo gol di testa.)

Carminucci 5: Alla mezz’ora prende un ingenuo giallo per la trattenuta inutile su Conte che si trovava in una zona inoffensiva del terreno di gioco, è il preludio a un calo di concentrazione che lo porta a metterci lo sfortunato zampino in entrambi i gol che l’Agnonese mette a segno nel giro di 120 secondi sul finale di primo tempo.

Barone 7: Su un campo sintetico che sembra un tavolo da biliardo escono fuori tutte le sue doti tecniche con il napoletano che sembra giocare letteralmente sul velluto per tutta la gara. Deliziosa la palla per Pezzotti che propizia il terzo gol. (80’ Forgione s.v.)

Salvatori e Casavecchia 5,5: Manca Conson e ne risente tutto il reparto difensivo, se il secondo gol dei padroni di casa è piuttosto fortunoso, complice anche una deviazione di Casavecchia, il primo è invece un concorso di colpe di tutto il pacchetto arretrato. Qualche rischio anche sul finale col rigore concesso e un altro che ci poteva stare su Gragnoli, forse spinto da Salvatori, prima del terzo gol dei molisani, che approfittano di una calo di concentrazione della retroguardia.

Titone 6,5: Sembrava incredibile che il bomber principe non potesse partecipare al festival del gol andato in scena ad Agnone. E così, dopo 81 minuti abbastanza opachi decide di metterci il suo timbro con una gran penetrazione in area e destro che fulmina Leuci.

Sabatino 7: Solita prestazione preziosissima in mezzo al campo dove riesce incredibilmente a mettere i suoi tentacoli da piovra ovunque, anche ai limiti della fisica.

Gavoci 7: E’ un bomber silenzioso l’albanese che rimane abbastanza avulso dal gioco per tutti e 50 i minuti in cui sta in campo, ma come un killer d’area di rigore si fa vedere quando serve mettendoci la testa in quello che poi risulterà un autogol di Marolda e poi depositando a porta vuota il terzo gol.(53’ Fioretti 6,5: entra bene in partita fornendo l’assist a Douabi per il gol e poi un altro che il giovane attaccante non sfrutta schiacciando di testa sulle mani di Leuci.)

Candellori 6,5: Bello lo scontro sulla fascia, tutto di forza e gioventù col pari età Cianci. In una partita in cui il contributo offensivo non è troppo rilevante, spiccano ancora le doti di corsa e sacrificio del giovane di Castorano.

Pezzotti 8: Altra gara pressoché perfetta del ritrovato capitano rossoblu, oltre all’apprezzabile dinamismo applicato anche in ripiegamento difensivo, ciò che sale all’occhio è la sua firma sui primi tre gol della Samb: calcia il corner sul vantaggio, dipinge l’assist sul terzo e scaraventa personalmente in rete con un bel sinistro il secondo gol rossoblu.

Palladini 8: Apprezzabile la politica del “gioca chi meno ha giocato”. Può essere un terreno rischioso se si hanno giocatori poco motivati ma evidentemente è merito del tecnico e dello staff l’essere riusciti a mantenere alta la “fame” dei calciatori in rosa.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 915 volte, 1 oggi)