AGNONE(IS)- Tanti gol ma anche tanti errori al termine di una partita pazza che la Samb conduceva due a zero a metà primo tempo, salvo poi farsi rimontare sempre sul finire della prima frazione. Alla fine sono 8 le reti del pomeriggio di Agnone che regala a Palladini e alla squadra l’ennesima vittoria esterna. Qui le impressioni dei protagonisti del match.

Franco Fedeli: “Una partita con tanti gol ma anche tanti errori,  soprattutto della nostra difesa mentre ho visto un ottimo Pezzotti. Non voglio parlare di futuro oggi. Reginaldo? Lui dice di aver fatto tutto ma non l’ho più sentito quindi non saprei che dire al momento.  Mi piace Candellori, è stata una bella scoperta,  amo i calciatori che danno tutto in campo e lui è uno di quei calciatori.”

Ottavio Palladini : “È stata una sagra dell’errore dopo il due a zero,  forse credevamo di averla chiusa.  La partita si è decisa sul rigore sbagliato da loro,  che c’era meno rispetto al rigore non dato in seguito su Gragnoli, infatti dopo l’errore di Manzo è arrivato il quarto gol che poi ha chiuso la partita. Buona prova in definitiva sotto il profilo offensivo, meno difensivamente ma credo che stiamo dimostrando di essere in un buon periodo di forma.  Dedico la partita di oggi a mia cognata e mio fratello per questo fulmine a ciel sereno.”

Marco Pezzotti : “Era tanto che non segnavo,  dalla sfida interna col San Nicolò.  Onore a questi tifosi che non stanno mollando neanche a campionato chiuso,  sono davvero fantastici. Il mio ruolo?  Mi sento un capitano sia in campo che negli spogliatoi dove però mi aiutano a tenere i rapporti con un grande gruppo anche compagni come Sabatino e Salvatori,  davvero preziosi in questa stagione.”

Douabi: “Il lavoro paga,  io do sempre il massimo in allenamento e devo dire grazie al mister per il lavoro e la fiducia,  dispiace perché potevo farne due. Dedico il gol al presidente che ha creduto in me.”

Mario Titone : “Chi gioca sta facendo bene anche se ha trovato meno spazio in stagione e sono felice di questo,  vuol dire che stanno tutti sul pezzo.  Ho segnato diciotto gol e non voglio fermarmi,  le partite restanti ci serviranno per chiudere in bellezza e perché personalmente voglio vincere la classifica dei cannonieri,  per il futuro ci sarà tempo.  Dedico la vittoria alla famiglia Palladini per la perdita occorsa in settimana.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.114 volte, 1 oggi)