GIULIANOVA – Giovedì 21 aprile gli studenti del liceo scientifico “Marie Curie” di Giulianova hanno incontrato Debora Sbei – 15 volte Campionessa mondiale di pattinaggio artistico a rotelle – e Marco De Flaviis e Michela Marini – giovani atleti in forza alla società di pattinaggio corsa Rolling Pattinatori “D. Bosica” di Martinsicuro, studenti del liceo, già Campioni italiani e convocati nella Nazionale italiana. Marco De Flaviis, in particolare, nel 2015 si è laureato Campione europeo e ha partecipato ai Campionati mondiali, nei quali ha conquistato una medaglia d’argento nella staffetta.

Dopo la proiezione del programma libero eseguito da Debora Sbei ai Mondiali 2015, la Campionessa giuliese ha raccontato la sua esperienza sportiva, fatta di grandi successi ma anche di tanti sacrifici, necessari per raggiungere importanti traguardi sia nella vita che nello sport. Quest’anno la preparazione dell’atleta è finalizzata al grande appuntamento del 2016, ossia i Campionati mondiali di pattinaggio artistico a rotelle che si svolgeranno a Novara tra la fine di settembre e i primi di ottobre. Per la prima volta Debora Sbei prenderà parte a una rassegna iridata in Italia, dunque l’emozione sarà sicuramente maggiore rispetto alle edizioni precedenti. Non solo: in ballo c’è il record di titoli mondiali, per ora fissato a 15. Era di Tania Romano, Debora Sbei lo ha già eguagliato e punta a superarlo proprio a Novara 2016.

A confrontarsi con Debora Sbei altri due Campioni giuliesi, ma di pattinaggio corsa: Marco De Flaviis e Michela Marini. I due studenti del liceo scientifico “Marie Curie” hanno raccontato la propria storia, rendendosi testimonianza vivente del valore dello sport. Il velocista Marco De Flaviis è affetto da diabete, il suo più grande avversario sia fuori che dentro la pista di pattinaggio, ma ha dimostrato che con impegno e forza di volontà tutto è possibile e ora punta a raggiungere grandi obiettivi anche nel pattinaggio di velocità sul ghiaccio. La fondista Michela Marini ha invece parlato degli innumerevoli infortuni che ha già dovuto affrontare e della difficoltà nel rialzarsi ogni volta, dando ulteriore prova dell’importanza della determinazione e della voglia di riuscire.

Ad introdurre l’incontro è stato il Preside del liceo giuliese Prof. Luigi Valentini, mentre moderatrice è stata la Prof. Licia Carminucci. L’iniziativa si è inserita nel più ampio contesto di una giornata dedicata allo sport e al “Fair Play”, che ha visto gli studenti del “Marie Curie” cimentarsi in diverse discipline sportive, nel nome dell’amicizia e del divertimento.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 290 volte, 1 oggi)