FERMO – Proseguono  i servizi di controllo del territorio posti in essere dalla Questura di Ascoli Piceno e Fermo. Numerose pattuglie della Polizia, affiancate da unità cinofile, per tutto il pomeriggio del 21 aprile hanno effettuato controlli ad esercizi pubblici, autovetture e soprattutto identificazione di occupanti di una decina di abitazioni al fine di rintracciare eventuali stranieri in stato di clandestinità sul territorio.

L’operazione della Polizia ha visto come obiettivo anche la zona tra Lido Tre Archi e San Tommaso nel Fermano nell’ambito della quale vengono lamentate situazioni di degrado e di criminalità.  Le pattuglie,  opportunamente dislocate nella zona ognuna con il suo compito, hanno agito contemporaneamente, conseguendo in termini di prevenzione generale  soddisfacenti risultati.

Decine di persone controllate a bordo delle proprie autovetture, numerosi i  soggetti gravati da pregiudizi di Polizia tra cui alcuni di loro segnalati alla locale Prefettura poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti opportunamente sequestrate.

Un ulteriore sequestro di stupefacente è stato eseguito all’interno di un bar a carico di  ignoti poiché il detentore alla vista degli agenti, e soprattutto dei cani antidroga, se ne era abilmente disfatto.

Le posizioni dei cittadini stranieri identificati nel corso dell’operazione sono ora al vaglio dell’Ufficio Immigrazione del Commissariato di Fermo.

La cittadinanza ha reagito positivamente  al “fastidio” dei controlli in strada mostrando collaborazione, segnale di una ricerca di sicurezza nel vivere quotidiano.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.757 volte, 1 oggi)